Congedo straordinario

Nome e Cognome: 
Giovanni Mazzeo
Email: 
giovannina.mazzeo@rm.camcom.it

Un dipendente ha fruito di due periodi, ciascuno di 12 mesi, di congedo straordinario ex art. 42 co. 5 D.Lgs. 151/2001 per assistere un familiare. Considerato che la norma al sopra citato comma 5 afferma che "I soggetti che usufruiscono dei permessi di cui al presente comma per un periodo continuativo non superiore a sei mesi hanno diritto ad usufruire di permessi non retribuiti in misura pari al numero dei giorni di congedo ordinario che avrebbero maturato nello stesso arco di tempo lavorativo...", è possibile che allo stesso venga negata la possibilità di fruire di tali permessi non retribuiti valutato che lo stesso ha fruito di due periodi di congedo superiori a 6 mesi?. Grazie

Risposta: 

Sostanzialmente la risposta è contenuta già nella formulazione del quesito; non è consentito accordare i permessi non retribuiti previsti dall’ultima parte dell’art.42, comma 5 del d.lgs.151/2001 in presenza di congedi fruiti ai sensi dello stesso comma per periodi continuativi superiori a 6 mesi.
Con l’occasione, ricordiamo che durante i periodi di congedo il dipendente non matura né le ferie né la 13^; si applica, infatti, l’art.43, comma 2 del d.lgs.151/2001 che rinvia all’art.34, comma 5 dello stesso decreto ; questa interpretazione, coerente con la lettera della legge, risulta condivisa anche dal Dipartimento della Funzione Pubblica (v. parere n.21/08).